Zia e sua sorella 5

Scritto da , il 2021-08-08, genere feticismo

Dopo che tutti e tre ci rinfrescammo con una doccia io me ne tornai nudo in sala. Zia Patrizia e sua sorella Laura ebbero bisogno di più tempo per trucco e parrucco... io preparai un cuscino a terra di fronte al divano, l'idea era di sdraiarmi a terra ai piedi di Laura e di zia che avrei fatto tornare a sedere sul divano. Zia sbucò per un secondo in sala, prese un pò di roba che c'era sul tavolone (calze, intimo, vestitini, ecc) e "rubò" dal tavolino i tacchi oro e quelli trasparenti. Io nel frattempo avevo raccolto la scarpa rossa da terra, i vestiti che avevamo sparpagliato prima, ecc. Sentivo zia Patrizia e Laura sghignazzare e commentare a vicenda i loro preparativi ... colsi qualche frase tipo: così lo farai impazzire, così non resisterà un minuto, così ecciti pure me, ecc ecc Il mio pene era tornato duro come non mai ... e stavo quasi per toccare una delle due scarpe a zoccolo, ma rispuntò zia Patrizia. Camminava sulle punte per non fare rumore coi tacchi e si diresse in cucina; il suo passaggio non fù ininfluente... il mio pene sobbalza e quasi come l'ago di una bussola la seguiva. Indossava un completino intimo di pizzo nero, calze autoreggenti con la riga dietro in mezzo (mi fanno morire!) ed ai piedi avevi quei super sexy tacchi color oro. La vidi ripassare, sempre con quell'andatura resa ancor più sexy appunto dal fatto che stava sulle punte ... come le rimbalzava il seno! Avrei voluto ululare come un lupo. Nascondeva qualcosa ... che sicuramente aveva preso in cucina. Ancora risate nell'altra stanza ... poi vennero entrambe in sala. Zia Patrizia, sempre con qualcosa nascosto dietro si sedette sul divano, poi Laura fece altrettanto allungando un pò il giro ... per farsi ammirare: indossava due fasce bianche una all'altezza del seno e l'altra che doveva essere una gonna, ma erano talmente sottili che da sotto si vedeva tutto. Ai piedi aveva i tacchi trasparenti che facevano risaltare lo smalto rosso. Si sedette sul divano, appoggiò i piedi, puntando i tacchi sul tavolino e zia estraendo da dietro ciò che nascondeva (il barattolo della panna montata), creò sulla punta dei piedi di Laura due rose di panna montata che oltre ad essere particolarmente belle si abbinavano alla microminigonna ed al microtop. Zia Patrizia mi guardò sorridente e mi chiese: facciamo merenda ? Io e zia ci tuffammo sui piedi di Laura ed in poco tempo mangiammo e leccammo via la panna montata. Ero eccitatissimo, mi sdraiai a terra come avevo previsto, e poco dopo mi ritrovai con Laura che mi segava il pene con quegli splendidi tacchi trasparenti e con zia Patrizia che mi accarezzava petto e viso coi tacchi oro, tacchi che io cercavo di leccare e baciare appena si avvicinavano. Nella teoria era una posizione fantastica, ma ogni tanto mi facevano un pò male ... forse anche per inesperienza. Mi alzai e Laura si mise a pecorina sul divano posizionando i tacchi sul bracciolo, io mi avvicinai, posizionai le due scarpe come preferivo, ci infilai in mezzo il pene e presi a muovermi avanti e in dietro, nel frattempo mi godevo la vista dello splendido culo di Laura. Zia prese dal tavolino la coppia di zoccoli ed iniziò a baciarli e leccarli in modo sexy, poi me ne passò uno ed anche io iniziai a leccare tutto. Laura si spostò in avanti e zia prese in mano il mio pene e ci infilò, anzi, ci calzò sopra lo zoccolo. Era così ben lubrificato che si infilò molto bene ... dalla fibia anteriore della scarpa, dove di solito spuntano le dita del piede, spuntava la cappella del mio pene, cappella dalla quale continuava ad uscire bava per la mia eccitazione. Zia Patrizia, tenendo il tacco della scarpa, prese a segarmi il pene e poco dopo arrivò Laura che prese a baciarmi e leccarmi la cappella ... che sbavava sempre di più. Zia rise e disse: ti piace proprio è! Maialino di zia! Io ero in estasi e cercavo di resistere più che potevo. Per fortuna si fermarono... zia sfilò lo zoccolo e mi fece nuovamente sdraiare ai piedi del divano e mi disse di mettermi comodo. Laura si tolse i tacchi, si sedette sul divano, agguantò il mio pene coi piedi e prese a segarlo ad un ritmo molto veloce, con colpi regolari. Zia Patrizia, guardandomi mentre godevo sotto i colpi di Laura, si tolse i tacchi, si sfilò le calze, e si sedette pure lei sul divano, mettendomi i piedi in faccia, anzi, un piede letteralmente in bocca e con l'altro mi accarezzava il viso. Laura in tanto proseguiva la sua sega veloce che mi stava portando al limite. Sull'onda di un'eccitazione spaventosa presi un piede di zia con due mani e cercai di succhiarlo più che potevo, prima il tallone, poi leccai la pianta, poi le dita, una per una, ma poi mi soffermai sull'alluce... lo succhiavo forte e lo sentivo premere sul mio palato. In quel momento sentii il mio pene scoppiare in modo incontrollato ed inatteso. Io proseguii a succhiare il piede di zia e Laura proseguì nel segarmi il pene coi piedi tutti sbavati e sborati. Quando mollai la presa dell'alluce di zia, lei si spostò ed aggiunse i suoi piedi a quelli di Laura e proseguirono assieme gli ultimi movimenti che quasi mi fecero svenire......

Questo racconto di è stato letto 3 3 5 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.


racc sessmaritoguardoneracconta eroticiluisa transraccontiporacconti di mariti guardoniraccont pornocuckold feliceraconti pornoho messo incinta mia suocerawww.eroticiracconti.iteroticiracconti.iteroticiracconti gayracconti di sesso amatorialei migliori racconti eroticiracconti erotici padre figlioracconti erotici ragazzi gayeros raccontiracconti erotici ragazzeforum zoofiliaracconti erotici gracc erosstorie di sesso tra fratelliracconti sottomessoracconti giochi eroticisesso sadoracconti culo rottoeroticiracconyiracconti e confessioni eroticheracconti erotciracconti hardcoreraccoti pornostoria cuckoldracconti.pornoracconti eroticoracconti porno inculatastorie erotiche realiracconti di sesso al cinemaracconti aroticiracconti di vecchie troieracconto erracconti erotici stupriracconti erotici prima segamasturbazinewww.incesti.comla monta delle vaccheraccontierotici gayracconti erotici moglie infedelegisella donadoni sposatascopata in viaggio di nozzeracconti erotici onlineracconti di deflorazionerocconti eroticiraccontieriticiracconti erotiiciracconti matureracconti sexracconti di scambioschiava cagnaracconto di miludonna che si fa scopare da un cavalloeroticiracerotiraccontitacconti pornostorie tramplingracconti sesso suoceraraccontti eroticiracconti erotici fantasystorie eritichestorir pornoracconti di tetteclistere storieraccontu eroticirqcconti porno